Blue Sea Land è l’Expo internazionale dei Distretti Agroalimentari del Mediterraneo e del Medioriente promosso dal Distretto della Pesca e Crescita Blu in collaborazione con la Regione Sicilia, col patrocinio di Ministero degli Esteri, Ministero delle Politiche Agro-alimentari e Forestali e Ministero dello Sviluppo Economico.
Sull’onda del dialogo, dell’integrazione e della collaborazione con i Paesi del Mediterraneo, del Medioriente, dell’Africa settentrionale e subsahariana, traendo ispirazione in particolare del modello di sviluppo della Blue Economy portato avanti in questi anni dallo stesso Distretto Pesca siciliano, Blue Sea Land punta alla valorizzazione delle risorse delle filiere agro-ittico-alimentari dei territori coinvolti con l’obiettivo di promuovere le loro tipiche eccellenze gastronomiche e le loro specialità.
31 sono stati gli ambasciatori dei paesi del Mediterraneo, dell’Africa e del Medioriente presenti, 24 i sindaci, 3 presidenti di Camera di Commercio, 27 direttori generali e 3 sono stati gli assessori regionali presenti.
Gli incontri commerciali in occasione di Blue Sea Land sono promossi dall’agenzia ITA-ICE, insieme a workshop, cooking-show, degustazioni, convegni, incontri scientifici, dibattiti culturali, spettacoli ed al momento religioso per eccellenza quale l’invocazione rotariana per la pace fra i popoli.

 

L’Expo si svolge nel centro storico di Mazara del Vallo ed in particolare nella casbah, quartiere sito nel cuore della città, dedalo dei vicoli di origine araba e spettacolare palcoscenico interculturale ove convivono pacificamente diverse culture, religioni ed etnie. Una conferma dell’identità di Mazara del Vallo quale città di frontiera ma soprattutto di dialogo.
Il centro storico mazarese darà spazio a stand dedicati ai prodotti agroalimentari dei territori dei Paesi partecipanti e delle aziende partner. Un percorso culturale che punta a coinvolgere i visitatori in un’esperienza unica all’insegna delle diverse culture e dei sapori di mare e di terra che caratterizzano il Mediterraneo.
I paesi main partner dell’edizione 2016 sono stati la Guinea Equatoriale e il Regno del Marocco

Alla realizzazione di Blue Sea Land collaborano con il Distretto della Pesca e Crescita Blu il Ministero dell’Ambiente, l’Assessorato Regionale alla Salute, il Banco Alimentare e il Rotary International con il coinvolgimento di scuole, associazioni culturali, sportive e sociali, nonché di tutti i ristoratori del territorio, con lo scopo di avviare progetti destinati alla valorizzazione dei prodotti ittici e agroalimentari.
Scopo della manifestazione è proporre la ricerca, l’innovazione, i modelli del Cluster dei Distretti Agroalimentari e la Blue Economy, come strumenti utili insieme alle risorse ambientali, per pervenire alla salvaguardia delle ricchezze territoriali marine e terrestri.
Nell’edizione 2016 Blue Sea Land ha fatto registrare la presenza di ben oltre 100.000 visitatori, oltre 350 imprese, 85 buyers, e circa 1500 incontri B2B.

dsc00595